Coronavirus, bollettino 17 giugno: risalgono contagi, +329 (ieri +210). Altri 43 morti

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2020 18:38 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2020 23:54
Coronavirus, bollettino 17 giugno: risalgono contagi, +329 (ieri +210). Altri 43 morti

Coronavirus, il bollettino del 17 giugno 2020

ROMA – Torna a salire il numero giornaliero di contagi da coronavirus in Italia, con un incremento di 329 casi rispetto a ieri, quando si era registrata una crescita di 210.

Lo evidenzia il bollettino della Protezione civile del 17 giugno. In Lombardia i nuovi contagiati sono 242 in più, pari al 73,5% per cento dell’aumento odierno in Italia.

Il numero dei casi totali è arrivato a 237.828. Sono 5 le regioni ad aumento zero: Puglia, Umbria, Valle d’Aosta, Calabria e Basilicata, più la Provincia autonoma di Bolzano.

Sono 43 i morti per coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in aumento rispetto alle 34 di ieri. In Lombardia nell’ultima giornata se ne sono registrate 14 mentre ieri erano state 9. Il numero totale delle vittime in Italia sale dunque a 34.448. 

Sono 163 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, 14 meno di ieri. In Lombardia sono 59, 10 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi a livello nazionale sono invece 3.113, con un calo di 188 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare scendono a 20.649, con un calo di rispetto a 442 rispetto a ieri.

Sono 23.925 i malati di coronavirus in Italia, 644 meno di ieri, quando il calo dei cosiddetti attualmente positivi era stato di 1.340.

Sono saliti a 179.455 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 929. Martedì l’aumento era stato di 1.516.

Coronavirus in Lombardia

Sono 242 i nuovi positivi al Covid in Lombardia, di cui 58 dopo test sierologico, con una percentuale tra tamponi effettuati e casi positivi del 2,1%. Lo rende noto l’assessore Giulio Gallera che sottonlinea “un ulteriore calo di 10 pazienti nelle terapie intensive e di 106 pazienti nei reparti di degenza”. 

I ricoverati in intensiva sono 59, quelli non in terapia intensiva 1.796, 106 meno di ieri, giornata in cui si sono registrati 14 decessi, per un totale di 16.480 da inizio epidemia.  (Fonte: Protezione Civile, Ansa).