Coronavirus, in Lazio altri due Covid hospital. L’assessore D’Amato: “Pronti per ogni scenario”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Marzo 2020 13:18 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2020 13:18
Coronavirus, in Lazio altri due Covid hospital. L'assessore D'Amato: "Pronti per ogni scenario"

Coronavirus, in Lazio altri due Covid hospital. L’assessore D’Amato: “Pronti per ogni scenario” (Foto Ansa)

ROMA  –  Il Lazio si prepara ad affrontare l’epidemia di coronavirus dopo l’aumento dei casi negli ultimi giorni e allestisce altri due Covid hospital per mille posti a Roma. 

Dopo l’apertura del Covid hospital 2 alla Columbus, l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato ha annunciato che sono in arrivo altri due Covid hospital: uno a Roma Sud e l’altro al Policlinico Tor Vergata dove, per realizzarlo, verrà svuotata un’intera torre. Un’operazione che porterà ad avere mille posti letto dedicati al nuovo coronavirus nella Capitale e 1.500 complessivamente nella regione.

“In una settimana è stato allestito questo Covid hospital e ringrazio il policlinico Gemelli e tutti gli operatori per la straordinaria generosità e il grande sforzo professionale”, ha detto l’assessore D’Amato, a Buongiorno Regione Tg3 Lazio in occasione dell’apertura del Covid 2 hospital alla Columbus. “Noi stiamo reclutando in tutto il sistema oltre 600 operatori, tra medici e operatori – ha aggiunto -. I cluster nel basso Lazio si stanno tenendo sotto controllo. Ci siamo attrezzando per ogni scenario. Siamo in guerra, dobbiamo combattere e alla fine vinceremo”.

L’assessore ha ribadito che complessivamente si avranno “1.500 posti e oltre 200 di terapia intensiva dedicati al covid-19”. Mentre il direttore sanitario del Policlicino Gemelli, Andrea Cambieri, ha spiegato: “Sta arrivando la prima ambulanza che trasferisce il primo paziente di terapia intensiva. Oggi abbiamo 21 letti di terapia intensiva e 32 di malattie infettive. Arriveremo a 59 e 75 molto rapidamente. E’ una risposta straordinaria del nostro personale – ha sottolineato -. C’è tanta solidarietà intorno. Ringraziamo Eni per una donazione importante, ma anche tutta la società civile, le code al centro trasfusionale”. 

Intanto sono arrivate nella sede della Protezione civile regionale 600mila mascherine chirurgiche destinate alla rete sanitaria regionale. Saranno in custodia alla Protezione civile con sorveglianza h24 dell’Esercito.

Coronavirus, i contagi nel Lazio

Secondo gli ultimi dati della Regione nel Lazio i contagiati sono 436. Di questi, 142 sono in isolamento domiciliare, 223 ricoverati non in terapia intensiva, 31 in terapia intensiva, 16 i morti e 24 i guariti. 

Ad oggi all’Istituto Spallanzani i pazienti Covid 19 positivi sono in totale 151. di questi, 18 necessitano di supporto respiratorio. I medici precisano che “i pazienti in osservazione sono due. I pazienti dimessi, che hanno superato la fase clinica e che sono negativi per la ricerca dell’acido nucleico del nuovo coronavirus, sono 322. In giornata – viene precisato nel bollettino – sono previste ulteriori dimissioni di pazienti già negativi al primo test e comunque asintomatici”.

Infine, i medici dell’ospedale romano spiegano che “i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, compresa la Città militare della Cecchignola, sono a questa mattina 32”. (Fonti: Ansa, Agi)