Coronavirus Lazio, da maggio via a test su sanitari e forze dell’ordine

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Aprile 2020 10:49 | Ultimo aggiornamento: 25 Aprile 2020 10:49
Coronavirus Lazio, da maggio via a test su sanitari e forze ordine

Coronavirus Lazio, da maggio via a test su sanitari e forze ordine (Foto Ansa)

ROMA – Entro fine aprile i kit, ai primi di maggio i test: in parallelo all’arrivo della fase 2 nel Lazio dovrebbe partire la campagna di monitoraggio con i test sierologici su operatori sanitari, forze dell’ordine e specifiche comunità.

Saranno ben 300 mila, “la più grande indagine epidemiologica che verrà svolta nel nostro Paese” ha sottolineato oggi l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, annunciando il via libera della giunta di Nicola Zingaretti alla delibera che dà le indicazioni sui test.

I test sierologici, basati sull’analisi del sangue, avverranno su base volontaria (ma D’Amato si aspetta “una adesione massiccia”) e non daranno “patenti di immunità”, ma servono piuttosto a verificare come il virus è circolato sul territorio.

In caso di risultato positivo si procederà al test molecolare, cioè il tampone.

I campioni del sierologico saranno poi informatizzati e conservati presso la Bio-Banca dello Spallanzani.

Si comincerà dai camici e dalle divise: poliziotti, carabinieri, vigili del fuoco, finanzieri, guardie costiere e militari di Strade Sicure, oltre agli agenti della penitenziaria. “Per le polizie locali – ha spiegato invece nel pomeriggio D’Amato alla commissione regionale – ci sarà un protocollo d’intesa con l’Anci”.

I dati sul contagio nel Lazio continuano nel frattempo a essere incoraggianti: oggi sono stati registrati 78 positivi, marcando il sesto giorno sotto ‘quota cento’, ed è stato l’ultimo giorno di zona rossa per il Comune di Celleno; nelle ultime 24 ore i guariti sono saliti di 63 unità, 9 invece i decessi.

“Ora si passa alla fase del controllo sul territorio” ha spiegato ancora D’Amato alla Pisana, con l’Assistenza proattiva infermieristica, che sta raccogliendo il personale, e con le Uscar “già operative, in formazione allo Spallanzani”.

Nel grande centro di ricerca romano proprio stamattina è stato ufficialmente inaugurato dal ministro della Salute Roberto Speranza insieme a Zingaretti e D’Amato l’Edificio di Alto Isolamento con i suoi 20 posti di terapia intensiva, una struttura attesa da molti anni e allestita in sole 3 settimane grazie al contributo di 4 milioni di Bankitalia. Resterà attiva anche dopo l’emergenza.

Intanto, in attesa di capire i contorni del dopo-4 maggio, la Regione Lazio ha emanato una ordinanza che consente, già dal 26 aprile, di aprire i negozi che vendono scarpe per bambini.

Ci si potrà poi spostare dal proprio Comune per la manutenzione delle barche da diporto. Saracinesche chiuse, invece (salvo i consueti tabaccai, farmacie, edicole e pompe di benzina) il 25 aprile e il 1 maggio. Saranno comunque permesse le vendite a domicilio e tramite distributori automatici. (Fonte Ansa).