Coronavirus, a Lodi positivo esce dall’ospedale per andare a comprare le sigarette e fare una passeggiata: denunciato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Aprile 2020 17:04 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2020 17:04
Milano, non si fuma: quei 10 metri impossibili e immaginari del no alla sigaretta

Milano, non si fuma: quei 10 metri impossibili e immaginari (Foto d’archivio Ansa)

LODI – Era ricoverato all’ospedale Maggiore di Lodi perché positivo al coronavirus ma si è tranquillamente allontanato dal suo letto ed è uscito per andare in tabaccheria a comprare le sigarette.

Dopo l’acquisto delle sigarette, ha deciso di andare a fare una passeggiata lungo il fiume Adda.

I carabinieri sono stati così allertati dagli infermieri dell’ospedale che non lo trovavano più e, sentendo dire dal vicino di letto che aveva in mente di andare in tabaccheria, hanno fatto scattare l’allarme.

L’uomo, un 58enne disoccupato, è stato raggiunto dai militari sul lungo Adda cittadino, ed è stato denunciato per diffusione di malattie infettive e riportato immediatamente in ospedale.

Coronavirus, quasi 10mila multe il 25 aprile

Il Viminale ha reso noti gli ultimi numeri dei controlli in tutta Italia da parte delle forze dell’ordine sul rispetto delle misure anti-contagio da coronavirus.

Nella giornata di sabato 25 aprile, festa della Liberazione, sono state verificate 242.145 persone e 74.955 esercizi e attività commerciali.

Sul totale delle persone controllate ieri, 9.240 hanno ricevuto sanzioni amministrative, 71 sono state denunciate per falsa dichiarazione o attestazione e 39 per violazione dei divieti di allontanamento dall’abitazione legati alla quarantena.

In merito ai titolari degli esercizi/attività commerciali verificati, 295 sono stati sanzionati; 59 i provvedimenti di chiusura. (fonte ANSA)