Coronavirus in Lombardia, 1489 casi in più: in 600 non erano stati conteggiati. Provincia Bergamo la più colpita

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2020 18:54 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2020 19:34

 

giulio gallera ansa

Coronavirus in Lombardia, 1489 casi in più di ieri: in 600 non erano stati conteggiati. Nella foto Ansa l’assessore al welfare Giulio gallera (Ansa)

MILANO – “I positivi in Lombardia sono 7280, con una crescita molto ampia di 1489 ma ieri avevamo segnalato una crescita solo di 300 positivi dovuta al fatto che molti tamponi sono arrivati in serata”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. “Aumentano i ricoverati in terapia intensiva, sono 560, con un aumento di 94 e questo è il dato più preoccupante”, ha aggiunto l’assessore, spiegando che “le terapie intensive sempre più sotto stress”. Aumentano anche i dimessi “ma non abbiamo ancora il dato definitivo” ha detto ancora Gallera. 

L’assessore al Welfare ha spiegato che “gli ospedalizzati sono 3852, un dato che ogni giorno cresce di circa 500 persone. E’ un dato enorme, il sistema è molto sotto pressione e ogni giorno 500 persone in più sono complesse da gestire, ma è un dato che rimasto costante da una settimana”. Per quanto riguarda i positivi, “non ci deve né far gioire una riduzione di un giorno né disperare l’ampia crescita o un dato estremamente negativo in un altro giorno” perchè “sono numeri che vanno valutati su periodi più lunghi”.

In tutto sono 617 i morti per coronavirus in Lombardia, con un aumento di 149 decessi in un solo giorno. Si tratta dell’incremento quotidiano più alto in Lombardia da quando è iniziata l’emergenza coronavirus, ha spiegato ancora Gallera. Le persone ricoverate in terapia intensiva in Lombardia per Covid-19 sono nel 38% dei casi tra i 65 e i 74 anni, nel 20% sopra i 75, nel 32% tra i 50 e i 64, a significare che “la patologia colpisce anche le persone ancora in forze”.

Gallera sottolinea che invece sono pochi i giovani e giovanissimi in rianimazione: il 9% ha tra i 25 e i 49 anni, solo l’1% tra i 18 e i 24.

Coronavirus, provincia di Bergamo la più colpita.

I positivi in provincia di Bergamo sono 1.851 (ieri erano 1.472), mentre in provincia di Brescia sono 1.351 a fronte dei 790 di ieri. Per numero di contagi seguono Cremona con 1.061 casi e Lodi con 1.035. E poi Milano (area metropolitana) con 925, Pavia con 403, Mantova con 137, Lecco con 113, Monza Brianza con 85, Como con 77, Varese con 75, Sondrio con 13.

Fonte: Ansa