Coronavirus in Lombardia, il bollettino del 29 giugno: un morto, 78 nuovi positivi

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Giugno 2020 18:11 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2020 18:15
Coronavirus in Lombardia: il bollettino del 29 giugno

Coronavirus in Lombardia: un morto, 78 nuovi positivi (Nella foto Ansa, Giulio Gallera)

Coronavirus, il bollettino della regione Lombardia del 29 giugno. Con 7.991 tamponi effettuati, sono 78 i nuovi casi positivi al coronavirus registrati in Lombardia. Si tratta del 61.9% totale dei casi di coronavirus in Italia.Di questi, 21 a seguito di test sierologici e 28 ‘debolmente positivi’. Il totale sale dunque a 93.819.

I contagi da coronavirus in Lombardia nel bollettino del 29 giugno

Sì è verificato un solo decesso (per un totale di 16.640), il dato più basso dal 22 febbraio. Stabile il numero dei ricoverati in terapia intensiva, che sono oggi 43, s 96 in tutta Italia. 

Mentre cala ancora quello negli altri reparti che sono 321 (-2).

A Milano il bollettino del 29 giugno dice che nelle ultime 24 ore si sono registrati 36 casi positivi (18 in città), 13 a Bergamo, 9 a Brescia e zero a Lodi, Pavia, Sondrio e Como.

Mascherine all’aperto in Lombardia, Gallera: “Dal 15 luglio forse stop temporaneo”

“Il virus c’è. Sarà diverso, sarà inferiore, ma c’è. Non dobbiamo abbandonare l’idea che la nostra normalità deve essere una normalità diversa. La mascherina che oggi è un sacrificio serve anche a questo. Vedremo se a metà luglio si potrà magari abbandonare temporaneamente, ma io penso che ognuno di noi deve comunque essere diligente nel capire che la riduzione della diffusione del virus dipende anche da un atteggiamento personale”.

Lo ha spiegato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera commentando la proroga dell’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto in Lombardia.

“Io penso che, salvo una situazione molto tranquilla e persistente, avere ancora una soglia di attenzione sarà ancora auspicabile. Valuteremo con i nostri esperti, il fatto di avere le mascherine, di stare a distanza, anche sui mezzi pubblici, ricordando che a settembre ripartiranno le scuole anche se solo in una situazione speriamo di minor recrudescenza. Gli esperti ci porteranno a fare una valutazione e vedremo anche i dati che ci sono a settembre” ha aggiunto Gallera. (Fonte: Ansa)