Coronavirus in Lombardia: 50 nuovi positivi, 19 morti

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Giugno 2020 17:52 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2020 17:52
Coronavirus in Lombardia: 50 nuovi positivi, 19 morti

Coronavirus in Lombardia: 50 nuovi positivi, 19 morti (nella foto Ansa, il viceministro Pierpaolo Sileri)

MILANO  –  Registra una netta frenata il numero dei contagiati da coronavirus in Lombardia, la regione più colpita al centro del dibattito degli ultimi giorni sulla riapertura dei confini regionali. 

Con un numero particolarmente basso di tamponi eseguiti (3.572) si sono registrati infatti solo 50 nuovi positivi (per un totale da inizio emergenza che arriva a 89.018).

Sono 167 i ricoverati in terapia intensiva (tre meno di ieri) e 3.085 quelli negli altri reparti (-46). Sono invece stati 19 i deceduti per un totale di 16.131.  

Coronavirus, il viceministro Sileri: “In Lombardia numeri esigui e in calo”

Quello della Lombardia “non è un problema”, questa regione “ha più casi delle altre, ma è stata anche la più colpita in assoluto, quindi è evidente che si trovino ancora casi positivi, ma si tratta di numeri esigui”: a dirlo è il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, durante la trasmissione Timeline, su SkyTg24.

C’è ancora, ha aggiunto Sileri, “una coda di soggetti positivi, ma si tratta per lo più di persone che aspettano il tampone da tempo oppure hanno fatto un test sierologico e poi il tampone è risultato positivo”, comunque “sono numeri in discesa”.

Quanto alla riapertura dei confini tra regioni, “siamo stati molto rigorosi nel computo e nella valutazione dei criteri stabiliti per le riaperture in sicurezza” e “il governo non è stato influenzato dal peso della Lombardia”.

“I dati contenuti nell’ultimo report – ha concluso – mostrano la possibilità delle riaperture. Ma questo non significa che non continueremo a monitorare”. (Fonte: Ansa)