Lombardia, 4 su 10 si muovono in quarantena: Varese “capitale” degli spostamenti

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 11 Aprile 2020 9:12 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2020 9:13
Coronavirus Lombardia, 4 su 10 si muovono in quarantena: Varese "capitale" degli spostamenti

Lombardia, 4 su 10 si muovono in quarantena: Varese “capitale” degli spostamenti (Foto d’archivio Ansa)

ROMA- 4 lombardi su 10 si muovono, nonostante la quarantena da Coronavirus. E’ Varese la “capitale degli spostamenti” tra i capoluoghi di provincia, seguita da Lodi: gli abitanti di queste due città si muovono quasi il doppio dei milanesi.

Si conferma al 40% il dato della mobilità di giovedì 9 aprile, “è il terzo giorno consecutivo”, in aumento rispetto ai dati della scorsa settimana in cui “giovedì eravamo al 37% e al 38% lunedì”. Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, a SkyTg24.

Si confermano anche le fasce orario con picchi di movimento nelle ore centrali della giornata, alle 20 e alle 23, dati su” cui sono in corso approfondimenti che non sono facili perché per rispetto della privacy dobbiamo basarci solo sugli spostamenti delle celle telefoniche”, ha aggiunto Sala.

Il vicepresidente ha ricordato che “il distanziamento sociale è l’unica arma sicura per sconfiggere il virus”, e che quindi sono vietati anche assembramenti nei cortili condominiali, e ha fatto appello al “buonsenso dei cittadini” perché, nonostante siano aumentati i controlli, “le forze dell’ordine non possono controllare 10 milioni di persone, questo virus lo combattiamo se tutti rispettiamo le norme”.

“La maggiore mobilità di oggi, potrebbe causarci problemi in fase di riapertura perché quello che facciamo oggi lo vedremo tra 8 10 giorni, in termini di contagio, e se ci sarà l’apertura rischieremo di aumentare ancora di più i contagi”, ha concluso.

“Abbiamo preso alcuni comuni, non diremo quali, che si trovano sulle direttrici verso i luoghi di villeggiatura e la mobilità è più alta. Questo dato lo daremo alle prefetture, può essere un dato anomalo o può essere che qualcuno si sta recando nelle seconde case: non fatelo, Pasqua va fatta a casa”, ha aggiunto Sala.

Per quanto riguarda i capoluoghi di provincia, Sala ha spiegato che la mobilità è “molto alta” a Varese (68%) e Lodi (67%) mentre Milano (35%) fa registrare “un buon dato”. “I controlli sono aumentati, io stesso oggi sono stato oggetto di due posti di blocco e ben venga”, ha concluso. (Fonte Ansa e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)