Coronavirus Lombardia, 203 morti nelle ultime 24 ore. -50 persone ricoverate in terapia intensiva rispetto a ieri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2020 17:57 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2020 18:39
Coronavirus, Ansa

Coronavirus Lombardia, 203 morti nelle ultime 24 ore. -50 persone ricoverate in terapia intensiva rispetto a ieri (foto Ansa)

ROMA – In Lombardia i casi positivi di coronavirus sono 67.931 con un aumento di 960, mentre ieri, quindi lunedì 20 aprile, c’erano stati 735 nuovi casi, praticamente con lo stesso numero di tamponi (oggi 6711). I nuovi decessi sono 203 per un totale di 12.579, mentre ieri erano stati 163.

Significativo il calo dei posti occupati in terapia intensiva che sono 851 (-50) e diminuiscono anche i ricoveri in terapia non intensiva che sono 9805 (-333), rende noto la Regione Lombardia. 

Non diminuisce il contagio nella provincia di Milano dove i positivi sono 16.520 con un aumento di 408, un centinaio più dei 287 di ieri. In città i contagiati sono 6.955, con un aumento di 246.

I nuovi contagi a Cremona sono stati 150, per un totale di 5.641, mentre meno di cento in tutte le altre Province: 74 a Brescia (12.078) e 50 a Bergamo (10.788).  

Coronavirus, al via i test sierologici in Lombardia

Intanto è prevista per giovedì 23 aprile la partenza dei test sierologici sperimentati promossi da Regione Lombardia all’ospedale San Matteo di Pavia.

Si tratta di un semplice prelievo di sangue per analizzare la presenza di anticorpi in grado di bloccare il coronavirus e valutare così lo stato di immunità di una persona.

L’esame ha ottenuto il riconoscimento dall’Istituto Superiore di Sanità, tramite il marchio CE. Al test verranno sottoposti inizialmente i medici e gli operatori sanitari di alcune delle province della Lombardia più colpite dall’epidemia: Lodi, Brescia, Bergamo e Cremona. Le analisi saranno poi allargate al resto della popolazione e interesseranno tutte le province lombarde.

L’esame serve a cercare nel sangue la presenza degli “anticorpi neutralizzanti” dimostrando il contatto diretto di una persona con il virus Covid-19 anche in caso di assenza di sintomi. (Fonte: Ansa)