Coronavirus Mantova, ragazzo fermato dai carabinieri: “Sto andando in vacanza in Olanda”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Marzo 2020 13:49 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2020 13:49
Carabinieri, Ansa

Coronavirus Mantova, ragazzo fermato dai carabinieri: “Sto andando in vacanza in Olanda” (foto Ansa)

ROMA – “Sto andando in vacanza in Olanda”. A Mantova un ragazzo è stato denunciato per aver violato il decreto sul coronavirus. Il ragazzo, fermato, ha tentato di giustificarsi dicendo che stava per partire per l’Olanda. Ora però rischia una detenzione in carcere sino a tre mesi o un’ammenda sino a 206 euro.

Milano, quattro ragazzi fermati dai carabinieri: “Andiamo a una festa. Problemi?”

“Andiamo a una festa. Per la precisione, alla festa di compleanno di un amico fuori città. Problemi?”.

Succede anche questo. Succede anche questo a Milano. E’ successo anche questo ad alcuni che carabinieri che, in piena emergenza coronavirus, hanno fermato quattro ragazzi a Milano. 

Carabinieri che fermati i ragazzi si sono sentiti rivolgere questa frase: “Andiamo a una festa. Per la precisione, alla festa di compleanno di un amico fuori città. Problemi?”. La storia è raccontata dal Corriere della Sera.

Follia. Follia totale. La follia di chi ancora non vuole capire. Follia di chi continua a mettere in pericolo la nostra comunità.

I carabinieri, con calma, hanno risposto con una sfilza di no alle loro domande.

I quattro ragazzi, tutti ventenni, infatti dicono di non sapere. Dicono di non sapere dell’Italia zona rossa. Dicono di non sapere bene che devono starsene a casa per tutelare loro e gli altri. Dicono di non sapere che rischiano di prendersi una denuncia.

Dicono di non sapere i quattro ragazzi. Ma ora non c’è più tempo per non sapere. Non ci sono più giustificazioni.

Punto. Ora non ci sono più giustificazioni per nessuno.

Fonte: La Gazzetta di Mantova, Il Corriere della Sera.