Coronavirus, un medico di Treviglio: “In ospedale medici e idraulici hanno la stessa importanza”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Marzo 2020 12:19 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2020 12:19
Allevi, Treviglio

Coronavirus, un medico di Treviglio: “In ospedale medici e idraulici hanno la stessa importanza”

ROMA – A Mattino Cinque Roberto Allevi, medico di Treviglio, spiega il lavoro in prima linea in provincia di Bergamo. Lavoro, quello di Allevi, in uno dei centri più colpiti dall’emergenza coronavirus. Stiamo parlando, naturalmente, della provincia di Bergamo.

Il coronavirus, racconta,  ha stravolto il lavoro e la vita degli operatori sanitari che combattono ogni giorno in prima linea. “Ci ha cambiato psicologicamente – le parole di Roberto Allevi – si sono abbattute le barriere di ruolo”.

Allevi è un medico del reparto di rianimazione dell’ospedale di Treviglio, in provincia di Bergamo, tra quelli più colpiti dall’emergenza.

“I medici e gli idraulici – racconta ancora a Mattino 5 hanno la stessa importanza. Ringrazio gli idraulici per il loro intervento che ha garantito le terapie ai pazienti”.

Per allestire i respiratori e gli altri supporti per la ventilazione improvvisati, infatti, i tecnici hanno dovuto inventarsi gli impianti.

“Ci siamo scoperti tutti fragili – prosegue ancora il medico parlando della situazione – ma anche molto uniti, abbiamo riscoperto lo spirito di squadra e ci siamo resi conto di essere in grado di affrontare grandi difficoltà”. Allevi ha poi confermato che in questo periodo gli operatori sanitari della Bergamasca stanno curando e purtroppo vedendo morire parenti, amici e colleghi. 

Fonte: Mattino 5.