Coronavirus, a Milano a Pasqua grigliata con canti e balli in condominio VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Aprile 2020 9:18 | Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2020 9:22
Coronavirus, a Milano a Pasqua grigliata con canti e balli in condominio

Coronavirus, a Milano a Pasqua grigliata con canti e balli in condominio

Coronavirus, a Milano a Pasqua grigliata con canti e balli in condominio

Coronavirus, a Milano a Pasqua grigliata con canti e balli in condominio

MILANO  –  Grigliata per Pasqua a Milano, in un condominio di via Bolla, al Gallaratese. Il ritrovo, con assembramenti in evidente violazione delle misure per il contrasto al coronavirus, è stato organizzato in un complesso di edilizia popolare dell’Aler nel primo pomeriggio di domenica 12 aprile. 

Sono stati proprio alcuni residenti degli stabili a chiamare la polizia, segnalando il barbecue degli altri condomini, con tanto di canti e balli che avrebbero coinvolto una quarantina di persone. 

Sul posto sono arrivati polizia, carabinieri e agenti della polizia locale, che hanno identificato diversi presenti e li hanno multati.  

Nel capoluogo milanese e in tutta la Lombardia i contagi di coronavirus non accennano a fermarsi nonostante le rigidissime misure messe in campo dal presidente della Regione, Attilio Fontana, che ha vietato tutto ciò che era possibile vietare. 

Ma il punto, più che runner solitari o passeggiatori con cani, sono proprio gli assembramenti come quelli che si sono osservati a Pasqua e Pasquetta in alcuni condomini. 

Contro questi assembramenti si è schierato anche il sindaco di Milano, Beppe Sala: “Deve essere anche chiaro che i piccoli assembramenti in un angolo di una piazza, in un cortile condominiale, non sono consentiti ma soprattutto sono un danno per tutti noi – ha detto il primo cittadino nel consueto video messaggio su Facebook -. Quindi da questo punto di vista è ovvio che chi è in casa e rispetta le regole guarda con diffidenza e a volte anche con un po’ di rabbia questi comportamenti”. (Fonti: Milano Today, Facebook, YouTube)