Coronavirus, la partenza “intelligente”: lui alla guida, la moglie nel bagagliaio per sfuggire ai controlli

di Daniela Lauria
Pubblicato il 14 Aprile 2020 13:29 | Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2020 13:29
Coronavirus, la partenza "intelligente": lui alla guida, la moglie nel bagagliaio per sfuggire ai controlli

Coronavirus, la partenza “intelligente”: lui alla guida, la moglie nel bagagliaio per sfuggire ai controlli (Foto Ansa)

OLBIA – Ha infilato la moglie nel portabagagli dell’auto per sfuggire ai controlli per l’emergenza coronavirus. Accade in Sardegna dove una coppia di coniugi ha pensato così di affrontare il viaggio dalla città di Olbia alla casa al mare di Pittulongu

Secondo quanto riportato dal quotidiano La Nuova Sardegna, i carabinieri non li avrebbero colti in flagranza di reato, ma indagano ora nei loro confronti, sulla base del dettagliatissimo rapporto dei loro vicini che ne hanno documentato la partenza “intelligente”: lui alla guida, lei nel bagagliaio.

Non meno singolare è stato il viaggio da Olbia a Golfo Aranci di un uomo che, fermato, ha spiegato che stava andando a fare la spesa. Limitazioni anti-contagio a parte, ai carabinieri è parso singolare che andasse al supermercato alla guida di un carro funebre.

A Sassari invece è stato un weekend pasquale decisamente meno originale. Dai 550 controlli fatti dalla polizia locale tra venerdì e lunedì emerge che sono più le persone che nella vigilia sono andate a fare la spesa in compagnia di quelle che hanno tentato la fuga verso seconde case, spiagge o altri luoghi di villeggiatura.

Forti dell’ausilio dei droni, i vigili sassaresi si sono imbattuti in un solo tentativo illegale di pic-nic: una coppia con bambini fermati mentre in auto tentavano di raggiungere la spiaggia di Platamona. (Fonte: Ansa).