Stretta anti-Covid nel Lazio, test a chi arriva in pullman dai Paesi a rischio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Luglio 2020 17:07 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2020 17:08
Coronavirus nel Lazio

Stretta anti-Covid nel Lazio, test a chi arriva in pullman dai Paesi a rischio (foto ANSA)

Coronavirus, la Regione Lazio: “Test a chi arriva in pullman dai Paesi a rischio”. Ad annunciarlo l’assessore alla Salute Alessio D’Amato.

L’assessore alla Salute della Regione Lazio Alessio D’Amato annuncia il provvedimento volto a contenere i casi d’importazione in particolare dalla Romania, dove negli ultimi giorni si è verificato un ulteroiore aumento dei contagi.

“Faremo un’ordinanza per i test ai viaggiatori in pullman dai Paesi a rischio. La priorità è quella di difendere Roma e il Lazio”. Così l’assessore alla sanità della Regione Lazio annuncia il provvedimento volto a contenere i casi d’importazione in particolare dalla Romania. In questi giorni in molti, a partire dalle badanti, stanno rientrando nel Lazio a bordo di pullman che fermano alla stazione Tiburtina. A destare preoccupazione soprattutto chi lavora accanto agli anziani e alle persone più fragili che sono le categorie maggiormente a rischio per il Covid 19. 

I dati nel Lazio

Il numero totale di casi Covid-19 esaminati nel Lazio è arrivato oggi a 8.554. Lo ha reso noto la Regione su Facebook. Il numero di deceduti fin qui è pari a 860, mentre il numero totale di guariti è di 6.759. Sono attualmente positive 935 persone, 189 sono ricoverate fuori dalla terapia intensiva e 9 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare sono invece in 737. (fonte ANSA)