Coronavirus, in Cina positivo neonato. La mamma era infetta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Febbraio 2020 13:50 | Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio 2020 13:50
Coronavirus

Coronavirus, in Cina positivo neonato. La mamma era infetta (foto Ansa)

ROMA – In Cina è risultato positivo al test del coronavirus un neonato di appena 30 ore nato da una madre già infetta.

Il neonato è nato a Wuhan, la città da cui è partito il focolaio della nuova epidemia, ed il bimbo è il più giovane paziente della nuova polmonite.
La madre era già ammalata e adesso gli esperti non escludono che si tratti di un “contagio verticale”, da madre a figlio, appena dopo il parto se non durante la gravidanza. Il timore dunque è che il contagio possa avvenire anche in grembo. Comunque al momento il bimbo è in condizioni stabili, esattamente come la madre. 

Coronavirus, la tv cinese: “Trovati due medicinali molto efficaci”

Un team di ricercatori cinesi guidati dalla scienziata Li Lanjuan della Zhejiang University ha individuato due medicinali efficaci contro il nuovo coronavirus. Lo ha riferito in queste ore la televisione cinese Cgtn, secondo cui i test preliminari hanno mostrato che Abidol e Darunavir possono effettivamente inibire il virus negli esperimenti con cellule in vitro.

Secondo l’epidemiologa, il Kelizhi, un medicinale anti-Hiv al momento usato contro il coronavirus, non è molto efficace e ha effetti collaterali.
Da qui, la raccomandazione della scienziata cinese a inserire i due nuovi medicinali nel programma della Commissione nazionale sanitaria per il trattamento della polmonite da nuovo coronavirus.

Fonte: Agi.