Coronavirus, Niccolò negativo anche al secondo test

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Febbraio 2020 19:43 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2020 19:43
spallanzani roma ansa

Coronavirus, Niccolò negativo anche al secondo test. Nella foto l’ospedale Spallanzani in cui è ricoverato il 17enne (Ansa)

ROMA  – E’ sereno e di buon umore Niccolò dopo le belle notizie arrivate dagli ultimi accertamenti effettuati che non hanno riscontrato contagio da coronavirus.

Coccolato da tutto lo staff dell’istituto Spallanzani di Roma, lo studente 17enne di Grado rimasto bloccato per due volte a Wuhan a causa della febbre è apparso sorridente all’interno della stanza in cui da ieri, sabsto 15 febbraio, si trova in isolamento. A fargli compagnia libri, tablet e il cellulare che lo fanno sentire meno solo. Niccolò parla e chatta con amici e familiari che si trovano al di là dei confini di quella camera che per i prossimi giorni sarà il suo mondo.

“Sta bene e non ha più la febbre”, hanno sottolineato i medici in occasione del nuovo bollettino. Dopo il risultato negativo del tampone naso-faringeo per la ricerca del nuovo coronavirus effettuato ieri, nel tardo pomeriggio di oggi sono arrivati i risultati del secondo test. Anche in questo caso il test è risultato negativo.

Le preoccupazioni dei giorni in cui è rimasto bloccato a Wuhan ormai fanno parte del passato. E oggi il ragazzo ha espresso il desiderio di mangiare una pizza, come anche il ricercatore italiano risultato positivo al coronavirus, e ora in “ottime condizioni”, e ricoverato nella stessa struttura della Capitale. Entrambi sono stati accontentati dalla direzione generale dell’Istituto per le Malattie infettive di Roma.

Niccolò già al suo arrivo aveva manifestato la voglia di mangiare cibo italiano, chiedendo subito del prosciutto mentre in serata un panino con hamburger. È «sereno e di ottimo umore» è stato sottolineato nel bollettino.

Il ragazzo – racconta chi ha avuto modo di parlare con lui qualche istante – si sente coccolato dai sanitari dello Spallanzani. In giornata ha ricevuto anche la telefonata del ministro della Salute Roberto Speranza durante la quale Niccolò ha ringraziato tutti: dal personale dello Spallanzani a tutti coloro che l’hanno assistito per il volo. Il ministro ha sentito anche il ricercatore italiano trasportato dalla Cecchignola nei giorni scorsi dove era in quarantena insieme agli altri connazionali rientrati da Wuhan.

Il ricercatore “continua ad essere ricoverato in osservazione” e le sue condizioni “sono ottime” è stato scritto nell’ultimo bollettino medico. Anche lui in isolamento, trascorre le giornate lavorando e comunicando all’esterno telefonicamente. Buone notizie anche per i coniugi cinesi contagiati dal coronavirus e ricoverati nella terapia intensiva dello Spallanzani. Le condizioni cliniche della coppia sono state definite “in miglioramento” e la prognosi resta invariata.

Fonte: Ansa