Coronavirus, il professor Sabatini: “Orario ridotto supermercati vuol dire più fila”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Marzo 2020 11:13 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2020 11:14
Coronavirus, il professor Sabatini: "Orario ridotto supermercati vuol dire più fila"

Coronavirus, il professor Sabatini: “Orario ridotto supermercati vuol dire più fila” (Foto Ansa)

ROMA – “Troppa gente al supermercato? Governo progetta di ridurne l’orario di apertura. Risultato: più gente al supermercato, file più lunghe, maggior tempo in strada, interazioni moltiplicate, stress alle stelle, negozi online congestionati e accessibili solo a chi naviga con fibra”. Questo il pensiero, sull’ipotesi del Governo per l’emergenza coronavirus, di Fabio Sabatini, professore di Economia e Direttore dello European Phd in Socio-Economic and Statistical Studies alla Sapienza di Roma. 

“Sarebbe un errore grossolano – scrive Sabatini su Twitter – che aumenterebbe i rischi per le categorie più vulnerabili che avrebbero maggiore probabilità di trovarsi in coda con i più giovani (che possono fare la spesa in ore meno frequentate) e finirebbe per moltiplicare le occasioni di contagio”.

“Inoltre – conclude – chi deve recarsi comunque al lavoro e chi deve lavorare in smart working non può permettersi di affrontare lunghe code in ore diurne. Per loro la chiusura causerebbe non solo disagi sproporzionati, ma anche un calo della produttività con tutto ciò che ne consegue”. (Fonte Twitter).