Coronavirus, a Palermo una “Via Crucis abusiva”. Arrivano i Carabinieri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Aprile 2020 8:27 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2020 8:27
Coronavirus, a Palermo un "Via Crucis abusiva". Arrivano i Carabinieri

Coronavirus, a Palermo un “Via Crucis abusiva”. Arrivano i Carabinieri (Foto Ansa)

PALERMO – Una sorta di “Via Crucis abusiva”. Una cerimonia religiosa alternativa in sostituzione del rito pasquale che si stava svolgendo con la partecipazione di diverse decine di persone, in barba al le norme restrittive per il coronavirus, davanti la chiesa Maria Santissima di Lourdes in piazza Ingastone a Palermo.

Addirittura erano state poste anche due statue di Santi e una Croce e un sistema di amplificazione. La “cerimonia” ovviamente è stata interrotta venerdì sera dai carabinieri della compagnia San Lorenzo. Sul posto sono intervenuti anche militari dell’Arma della compagnia speciale e del XII Reggimento Sicilia.

Gli organizzatori della cerimonia religiosa, cinque persone di età compresa tra i 20 e i 42 anni che fanno parte di una confraternita, sono stati sanzionati per violazione delle norme di contenimento della pandemia da coronavirus.

Coronavirus, blocco anti-fuga da Roma.

Dieci chilometri di coda sulla via Pontina a Roma, a causa dei controlli della Polizia stradale per impedire che i romani raggiungano le seconde case per le festività di Pasqua. E’ accaduto nel pomeriggio di sabato 11 aprile. La via Pontina porta verso le località di mare: i blocchi sono stati decisi per verificare eventuali violazioni alle misure di contenimento per la diffusione del coronavirus.

Tanti i controlli a Roma, sia in centro che in periferia. A giudicare dalle immagini pubblicate su YouTube da un automobilista, appare chiaro che in tanti hanno violata la quarantena. I chilometri di fila su questa strada sono circa 10. (Fonte Ansa).