Coronavirus, il racconto di un paziente al Cotugno di Napoli: “Dopo terapia sperimentale sto meglio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Aprile 2020 13:29 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2020 13:30
Coronavirus, il racconto di un paziente al Cotugno di Napoli: "Dopo terapia sperimentale sto meglio"

Coronavirus, il racconto di un paziente al Cotugno di Napoli: “Dopo terapia sperimentale sto meglio” (foto ANSA)

ROMA – Questa notte, 3 aprile, alle 4.10, a I Lunatici, programma radiofonico su Rai Radio2, ha telefonato il signor Giovanni, ricoverato per coronavirus, dall’ospedale Cotugno di Napoli.

“Riesco a parlare dopo giorni e voglio farlo con voi perché mi avete aiutato moltissimo facendomi compagnia in queste notti difficili. Sto sconfiggendo il Covid. Sembrava tutto perduto, ma mi hanno sottoposto a una terapia sperimentale che mi sta salvando” esordisce l’uomo.

Poi entra nei dettagli della malattia: “Mi sono accorto di avere la febbre il quindici marzo. Dopo qualche giorno mi hanno ricoverato. Sono stato malissimo. Quattro giorni fa mi hanno sottoposto a una terapia sperimentale. Sembrava tutto perso e invece ora sto meglio”.

Il signor Giovanni poi ringrazia per la compagnia: “Voglio raccontare a voi questa cosa perché non sapete quanto mi avete fatto compagnia in queste notti. Non avete idea di quanto la radio sia importante anche in certi momenti. E’ come se fosse calata una piastra d’acciaio che mi ha separato da tutto quello che prima non era. Al Cotugno con me sono stati degli angeli”.

La telefonata si è chiusa dopo pochi minuti con la palpabile emozione dei conduttori che hanno notato la fatica che Giovanni faceva a parlare. “Ci hai emozionato questa notte”, hanno detto i due conduttori. (fonte I LUNATICI)