Coronavirus, i pennarelli ora si possono comprare di nuovo nei supermercati. La vittoria delle mamme

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2020 12:55 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2020 12:57
Colori, Ansa

Coronavirus, la protesta delle mamme: “Posso comprare le sigarette ma non i colori” (foto Ansa)

ROMA – Negli ultimi giorni molte mamme hanno protestato sui social e non solo perché, a causa delle ulteriori restrizioni delle ultime settimane, i colori per far giocare e disegnare i loro bambini erano diventati del tutto introvabili. I colori, a dir il vero, proprio non potevano essere venduti nei supermercati così come molti prodotti di cancelleria. Nei supermercati, in genere, gli scaffali dedicati alla cancellerie erano stati completamente bloccati con del nastro adesivo. I colori, così come fogli, matite, quaderni, colla e pongo, infatti, non erano stati ritenuti prodotti necessari.

Su Twitter, per esempio, da giorni erano popolari gli hashtag come #ildirittoalgioco e #bimbicoraggiosi, dove si leggevano messaggi come:

“Da un mese a casa abbiamo finito i pennarelli, ma non posso comprarli”, “Non possiamo più colorare arcobaleni” e ancora “Posso comprare un profumo, un rossetto, una bottiglia di vino, le sigarette ma non il pongo a mia figlia di due anni”.

Ora la situazione è cambiata e alla fine i prodotti di cancelleria come fogli, matite, colori sono stati ritenuti prodotti necessari e sono di nuovo in vendita nei supermercati.

E così adesso anche nelle catene di grande distribuzione hanno riaperto gli scaffali. 

Allarme, quindi, rientrato.

Fonte: TgCom, Il Corriere della Sera.