Coronavirus, un positivo sul volo Ryanair Milano-Catania. Si cercano i passeggeri

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2020 11:11 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2020 11:53
Coronavirus, un positivo sul volo Ryanair Milano-Catania. Si cercano passeggeri

Coronavirus, un positivo sul volo Ryanair Milano-Catania. Si cercano i passeggeri (Foto Ansa)

Un positivo sul volo Milano-Catania. L’appello per trovare i passeggeri

C’era un positivo al coronavirus sul volo Ryanair del 18 settembre, decollato da Milano Malpensa e atterrato a Catania. Lo rende noto l’Asp (Azienda sanitaria provinciale) di Enna, che lancia un appello a tutti i passeggeri presenti su quell’aereo.

“Il passeggero – spiega il Dipartimento di prevenzione – è stato posto in isolamento fiduciario dal 18 settembre”. “E’ risultato positivo al tampone rinofaringeo il 21 settembre”.

“Tutti i contatti stretti sono stati posti in quarantena e sono stati informati gli organi competenti”, assicura l’Asp.

Quindi il Dipartimento chiede a tutti coloro che hanno viaggiato su quel volo di “mettersi in contatto urgentemente a mezzo mail (covid19 asp.Enna.it) con gli uffici”.

Il volo FR 5519 è partito domenica 18 settembre alle 20.35 da Milano Malpensa. 

Coronavirus Sicilia, il bollettino

Ancora tre morti per coronavirus in Sicilia. Sono 89 i nuovi casi di contagio, su circa 6.000 tamponi effettuati.

Nelle ultime 24 ore i positivi in più erano 108. I guariti 64, il totale degli attuali malati sale quindi a 2.412. Aumenta da 15 a 16 il numero dei ricoverati in terapia intensiva.

Questi i numeri per provincia: 42 a Palermo (9 nella missione di Biagio Conte), 16 a Catania, 15 a Trapani, 9 a Ragusa, 3 a Caltanissetta, 2 a Siracusa, uno a Messina e uno a Enna. Uno dei contagiati è un migrante dell’hotspot di Lampedusa.

A Marsala positiva una donna incinta

Una donna di Marsala al nono mese di gravidanza è risultata positiva al coronavirus. Ricoverata nel reparto Covid dell’ospedale Abele Ajello di Mazara del Vallo, appena inaugurato.

E’ il secondo paziente, nell’arco di 24 ore, che occupa il reparto. Ieri, infatti, dato l’aggravarsi delle sue condizioni, era stato ricoverato un 60enne di Petrosino.

La donna ricoverata è moglie di un fotografo che lavora per prime comunioni e cresime. E per questo si attende l’esito del tampone sul marito. (Fonte: La Stampa).