Coronavirus, 5 casi positivi alla sede Rai di Saxa Rubra: tamponi a tutti i dipendenti

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2020 21:11 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2020 8:32
coronavirus ansa

Coronavirus, 5 casi positivi alla sede Rai di Saxa Ruba: tamponi a tutti i dipendenti (foto Ansa)

ROMA – Coronavirus, 5 casi positivi alla sede Rai di Saxa Rubra: tamponi a tutti i dipendenti.

Tra i dipendenti della Rai di Saxa Rubra a Roma si è scoperto, nei giorni scorsi, ciqnue casi di positività al Covid-19.

Tra questi, tre sarebbero riconducibili, direttamente o indirettamente, al cluster del San Raffaele Pisana. Gli altri due sarebbero stati individuati grazie ai test sugli asintomatici.

In queste ore sono quindi stati disposti ed effettuati tamponi a tappeto su tutto il personale della struttura.

L’allarme è scattato la settimana scorsa quando tra i dipendenti Rai si è scoperto il primo positivo “derivante” dal cluster del San Raffaele.

Nel pomeriggio di domenica 7 giugno è quindi cominciata una prima indagine interna volta a mappare inizialmente i contatti diretti.

Coronavirus, 14 nuovi casi nel Lazio  

“Oggi registriamo un dato di 14 casi positivi di cui 5 riferibili al focolaio del San Raffaele Pisana di Roma”.

“Il focolaio raggiunge così un totale di 109 casi positivi e 5 decessi correlati. Un focolaio è chiuso, quello di Piazza Pecile (Garbatella) e sul San Raffaele Pisana attendiamo l’esito dei richiami per chiudere la copiosa indagine epidemiologica”.

“E’ stata importante per contenere i focolai la tempestività degli interventi”.

Così l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato.

Prosegue D’Amato:

“Al San Raffaele Pisana sono stati tutti trasferiti i 64 pazienti e chiesta dalla Asl Roma 3 alla direzione sanitaria della struttura la sanificazione dai reparti di medicina e riabilitazione cardiologica e respiratoria”.

“Dei 5 casi riferiti al cluster due sono operatori sanitari (uno nella Asl Roma 4 e uno nella Asl Roma 5)”.

“Due fanno riferimento al cluster familiare nella Asl Roma 6 e uno è un familiare di un paziente nella Asl Roma 1 dimesso dalla struttura. Rimangono nella struttura 79 pazienti e di questi 13 sono in dimissione con tampone negativo“.

Ancora l’assessore che spiega che in settimana

“verranno nuovamente eseguiti i test a tutti i dipendenti e tutti i pazienti rimasti. Ad oggi sono stati effettuati oltre 4 mila test per circoscrivere questo focolaio, si tratta di uno sforzo senza precedenti su un’unica struttura”.

“Sono attivi anche oggi i drive-in del San Giovanni, del Santa Maria della Pietà per il cluster del Centro Rai di Saxa Rubra e i due drive-in della Asl Roma 3 (Forlanini e Casal Bernocchi) per il richiamo dei pazienti dimessi a partire dal 1 di maggio dal San Raffaele” prosegue D’Amato.

L’assessore ribadisce che è “chiuso il cluster dello stabile in Piazza Pecile (Garbatella) all’interno non ci sono casi positivi”.

“Il totale delle persone trasferite dalla struttura è di 52 unità tra positivi e negativi”.

“Sono stati eseguiti un totale di 108 tamponi, 4 i positivi esito degli ultimi tamponi e sono persone già trasferite ieri sera”.

“Nel palazzo rimangono 49 persone tutte negative e poste in sorveglianza dalla Asl Roma 2” (fonte: Ansa, Leggo, AdnKronos).