Coronavirus Roma, due dipendenti comunali positivi nella sede di Ostiense

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Giugno 2020 11:37 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2020 11:37
Coronavirus Roma, due dipendenti comunali positivi nella sede di Ostiense

Coronavirus Roma, due dipendenti comunali positivi nella sede di Ostiense (Foto Ansa)

Disposta la chiusura degli uffici della sede dipartimentale di Roma Capitale di via Ostiense 131L per la giornata di martedì 30 giugno causa coronavirus.

Alcuni dipendenti infatti sono risultati positivi al test sierologico per il coronavirus. Lo rende noto il Campidoglio.

Nel comunicato diffuso dal comune di Roma non vi è nessuna specifica in merito al numero di dipendenti comunali contagiati all’interno della struttura. Struttura che ospita il Dipartimento Risorse Economiche in via Ostiense.

L’accaduto riporta alla memoria quanto già avvenuto lo scorso marzo quando una dipendente del dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale era risultata positiva al coronavirus e si erano registrati diversi casi di contagio tra gli impiegati negli uffici comunali, vedi in I, V e XV municipio e presso la Ragioneria generale.

Il focolaio di Fiumicino (Roma).

Chiusi causa contagi da coronavirus due locali a Fiumicino (Roma). Si tratta di un bistrot e di un chiosco bar sul lungomare. Chi ci è stato dal 21 giugno in poi dovrà fare il tampone.

Chiuso quindi anche un secondo locale, un chiosco bar, a Fiumicino dopo la scoperta di un focolaio innescato dal dipendente di un bistrot originario del Bangladesh. Il chiosco Spuma sul lungomare della Salute è dello stesso proprietario del bistrot Indispensa, chiuso a sua volta appena scoperta la positività del dipendente.

Intanto la Regione Lazio rinnova l’appello ai ristoratori per tenere traccia dei clienti. “Rinnovo l’invito a tutti i ristoratori al rispetto dell’ordinanza che prevede che venga richiesto per ogni tavolo almeno un recapito telefonico, una misura fondamentale per il tracciamento dei contatti”, ha detto l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato.

Secondo l’unità di crisi Covid della Regione Lazio il bilancio del cluster finora è di altri otto positivi. “La Asl Roma 3 ha disposto la chiusura di un secondo ristorante a Fiumicino a causa della positività del titolare di entrambi i locali. Dei 400 tamponi eseguiti ieri al drive-in di Casal Bernocchi, 8 sono risultati positivi: 2 titolari del locale, 2 dipendenti e 4 conviventi del paziente del Bangladesh ricoverato ieri allo Spallanzani”.