Coronavirus Roma, all’ospedale Eastman si otturano le fogne: 26 pazienti trasferiti

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Marzo 2020 13:01 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2020 13:01
ambulanza covide 19 foto ansa

Coronavirus Roma, all’ospedale Eastman si otturano le fogne: 26 pazienti trasferiti (foto Ansa)

ROMA – Il secondo piano dell’ex ospedale odontoiatrico George Eastman è stato trasformato in fretta e furia in un centro “Covid 19”. La sera di sabato 21 marzo si sono otturate le fognature e 26 pazienti colpiti dal coronavirus sono stati trasferiti in varie strutture della Capitale: nel secondo padiglione del policlinico Umberto l in sedici, sette in altri centri Covid 19 e tre a casa.

Come racconta Carlo Picozza su Repubblica, un operatore ha raccontato che “acqua e liquami uscivano dai water”. Lo stesso operatore ha aggiunto: “C’era da prevederlo, dopo quattro anni di fermo dell’ospedale”. 

Scrive Picozza: “Tempo cinque giorni e si sono consumate inaugurazione e chiusura (forse momentanea, visto che già sono in corso i lavori per ripristinare la rete fognaria) di un reparto per i degenti positivi al tampone faringeo. Era solo martedì scorso quando è stato aperto lì il quinto centro regionale conto il coronavirus e dove erano subito stati accolti pazienti provenienti, in prevalenza, dall’ospedale Sant’Andrea e dal frusinate. Ieri sera, l’allarme e la decisione di ripiegare sull’Umberto l”.

 

“Intanto, tre giorni dopo la riapertura dell’Eastman, ieri l’altro, la Regione, con una disposizione firmata da Renato Botti, direttore dell’area Salute e Integrazione sociosanitaria dell’assessorato, ha disposto, sempre per l’Umberto l, la chiusura delle divisioni di Cardiochirurgia e di Ortopedia con al seguito l’intera area traumi, facendo così intravedere l’ipotesi di realizzare nel policlinico universitario un mega centro Covid 19″.

“La Cardiochirurgia dell’Umberto l confluirà, insieme con quella del policlinico Tor Vergata, nella divisione delle patologie cardiovascolari diretta da Francesco Musumeci al  “San Camillo” che, si legge nella disposizione dell’assessorato, ‘sarà supportato dal Campus Biomedico e dall’European Hospital in caso di indisponibilità di sale operatorie'”.

Fonte: Repubblica