Coronavirus Santo Stefano, i turisti bloccati nel resort a 5 Stelle: “E’ sequestro di persona”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Agosto 2020 14:10 | Ultimo aggiornamento: 19 Agosto 2020 14:11
Coronavirus Santo Stefano, i turisti bloccati nel resort a 5 Stelle: "E' sequestro di persona"

Coronavirus Santo Stefano, i turisti bloccati nel resort a 5 Stelle: “E’ sequestro di persona”

Insofferenza sull’isola di Santo Stefano, nell’arcipelago della Maddalena. Sale a 21 il numero di positivi al coronavirus su 300 tamponi effettuati.

Coronavirus Santo Stefano. Bloccati da circa 24 ore nel resort a 5 stelle, i 470 turisti di Santo Stefano, in Sardegna, sono già insofferenti. Tra i villeggianti, dotati di ogni genere di confort e lusso, c’è chi si ribella e grida al “sequestro di persona”. 

Salgono intanto a 21 i casi di positività al Covid-19 su 300 tamponi già processati dei 475 totali.

L’allerta è scattata dopo il contagio di un lavoratore stagionale della struttura alberghiera. Turisti e personale sono stati costretti a non muoversi dal resort in attesa degli esiti definitivi dei test, previsti dopo le 14.

In realtà possono muoversi liberamente all’interno dell’isola, con l’obbligo di indossare la mascherina. Ma l’isolamento in una delle perle del Mediterraneo, per qualcuno è comunque insopportabile.

Il paziente 0 del focolaio alla Maddalena è un musicista: si tratta di un pianista romano di 60 anni che domenica ha iniziato ad accusare i primi sintomi.

Posto subito in isolamento in una stanza mentre il dottore avvisava l’unità di crisi del servizio sanitario regionale del nord Sardegna.

Sull’isola è arrivata un equipe di esperti: il tampone è risultato positivo al Covid-19. Nel frattempo il musicista è stato trasportato in sicurezza all’ospedale di Sassari.

Di qui la scelta di tenere confinati tutti i villeggianti sull’isola. Qualcuno si lamenta, qualcun altro sarebbe anche scappato, ma non vi sono conferme in merito.

Oggi, con molta probabilità, l’esito dei tamponi restituirà la libertà ai più. La speranza, infatti, è che il pianista, visto il tipo di impiego, non sia entrato in contatto con molte persone. 

Intanto il sindaco di La Maddalena Luca Montella ha dato una ulteriore stretta: obbligo di mascherina nelle vie più frequentate del centro anche dalle 9 alle 14 e non solo dalle 18 alle 6 del mattino come indicato nell’ordinanza nazionale sulle discoteche.

Osservata speciale è tutta la Costa Smeralda. Undici i casi positivi, quattro su uno yacht, segnalati dal sindaco di Arzachena Roberto Ragnedda. (Fonti: Il Messaggero, Ansa).