Coronavirus, a Scafati positivo bimbo di 10 anni. Il nonno morto pochi giorni fa

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Aprile 2020 13:02 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 13:02
Coronavirus, a Scafati positivo bimbo di 10 anni. Il nonno morto pochi giorni fa

Coronavirus, a Scafati positivo bimbo di 10 anni. Il nonno morto pochi giorni fa (Foto archivio Ansa)

SALERNO – Nei giorni scorsi il coronavirus si era portato via il nonno. Ora anche il nipote, dieci anni appena, è risultato positivo al tampone. Accade a Scafati, in provincia di Salerno, uno dei centri più colpiti in Campania dall’epidemia.

Il bimbo è uno dei dieci casi positivi riscontrati nella provincia di Salerno nella giornata di lunedì 6 aprile. Viveva nello stesso appartamento con il nonno: il piccolo, che ha solo lievi sintomi, si trova attualmente in regime di isolamento domiciliare assieme al resto della sua famiglia.

Al momento, il bilancio complessivo nel comune alle porte di Pompei, è di 36 contagiati: di questi, 4 sono in ospedale, 26 in isolamento domiciliare, due guariti e quattro morti.

In tutta la provincia di Salerno sono 462 le persone contagiate dal Covid-19, anche se il dato sembra rallentare. Nella giornata di lunedì, appena sette i tamponi positivi analizzati all’ospedale “San Giovanni Di Dio – Ruggi d’Aragona”.

Ma la provincia salernitana ha anche il maggior numero di comuni chiusi su ordinanza della Regione Campania. Si tratta di Sala Consilina, Polla, Atena Lucana, Auletta e Caggiano, tutti nel Vallo di Diano.

A questi si aggiungo i due comuni avellinesi di Ariano Irpino e Lauro, quest’ultimo diventato “zona rossa” a partire proprio da lunedì, dopo che un intero nucleo familiare, di 8 persone, è risultato positivo. (Fonte: Fanpage)