Coronavirus e scuole chiuse, su chat genitori si formano gruppi di “auto-aiuto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2020 15:09 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2020 15:09
Coronavirus e scuole chiuse, su chat genitori si formano gruppi di "auto-aiuto"

Coronavirus e scuole chiuse, su chat genitori si formano gruppi di “auto-aiuto” (foto ANSA)

ROMA – “Mamme, voi come pensate di organizzarvi in questi giorni? Qualcuna è disposta a fare i turni supportandoci in gruppetti di mutuo-aiuto?”. Arriva di prima mattina, sulla chat dei genitori di bambini che frequentano una prima elementare a Roma, la richiesta di aiuto di Mary, una mamma single: è straniera, anche se in Italia da tanti anni, ha un bambino di 6 anni, deve andare a lavorare e, come sanno le altre mamme, ha già tante difficoltà quando il figlio si ammala o si presenta qualche imprevisto: non ha genitori ad aiutarla né può permettersi una baby sitter.

Poiché alle 8:30, quando aprono i cancelli della scuola, lei deve essere già al lavoro, utilizza il pre-scuola, un servizio predisposto proprio per genitori che hanno necessità di lasciare presto i bambini, dove il piccolo è accudito fino all’inizio delle lezioni. “W il mutuo-aiuto! Magari per gruppetti di 2-3 bambini”, risponde prontamente un’altra mamma sulla chat. “Io sono disponibile il venerdì – scrive Elena, mamma di Sofia – posso lavorare da casa”. “Io possono tenerne fino a 4 martedì e mercoledì, ho chiesto due giorni di ferie”, chatta Floriana. E così i genitori si organizzano di fronte al “dramma” scuole-chiuse per l’emergenza coronavirus. (fonte ANSA)