Coronavirus, studente tornato dalla Cina: “Tornerò. Solo una disavventura”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Febbraio 2020 13:35 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2020 13:35
Coronavirus, Ansa

Coronavirus, studente tornato dalla Cina: “Tornerò. Solo una disavventura” (foto Ansa)

ROMA – “Tornerò presto in Cina. Mi sono trovato bene, è stata solo una piccola disavventura”. È sereno Lorenzo Di Berardino, lo studente di 22 anni di Pescara, tra gli italiani rientrati dalla Cina e che saranno tenuti in isolamento alla Ceccchignola. A riferire le sue parole sono i genitori, che aspettano – davanti alla struttura a sud della Capitale – l’arrivo del pullman partuto da Pratica di Mare. “Lo saluteremo – spiega Giulio Di Berardino, il padre Lorenzo – guardandolo dal finestrino, per 15 giorni non potremo parlare con lui, ma lo saluteremo guardandolo al finestrino del pullman”.

Coronavirus, atterrato a Pratica di Mare areo con i 56 italiani

E’ atterrato all’aeroporto militare di Pratica di Mare l’aereo con i 56  italiani che hanno lasciato Wuhan a causa del coronavirus. Dopo i controlli medici che saranno effettuati sul posto, i nostri connazionali saranno portati al campus olimpico della Cecchignola dove verranno sottoposti ad un periodo di quarantena per due settimane, il tempo massimo di incubazione del virus 

I connazionali , accompagnati dal viceministro della Salute Pierpaolo Silieri hanno viaggiato su un Boeing 767 del quattordicesimo stormo dell’Aeronautica militare, equipaggiato per l’assistenza sanitaria , con medici e infermieri a bordo. Ora nell’aeroporto di Pratica di Mare saranno sottoposti a controlli nell’ area di biocontenimento allestita nelle tende militari.Quelli che dovessero manifestare sintomi da contagio da coronavirus saranno portati all’ ospedale Spallanzani. Gli altri saranno trasferiti in pullman , scortati da polizia e carabinieri, alla Cecchignola.

Fonte: Ansa.