Coronavirus, assalto ai supermercati per rubare soldi e prodotti. L’ultimo caso a Palermo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Aprile 2020 15:53 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2020 15:53
Coronavirus, assalto ai supermercati per rubare soldi e prodotto. L'ultimo caso a Palermo

Coronavirus, assalto ai supermercati per rubare soldi e prodotto. L’ultimo caso a Palermo (Foto Ansa)

PALERMO – In tempo di coronavirus e di quarantena c’è anche chi assalta i supermercati, rubando tutto quello che trova tra prodotti e soldi alle casse. 

L’ultimo caso è quello di Palermo, dove una banda è entrata in azione al Paghi Poco di viale Amedeo d’Aosta all’orario di chiusura. Erano in quattro, due dei quali armati di pistola e con il volto coperto da cappuccio e mascherine. Poi sono fuggiti con l’auto di un dipendente del supermercato.

La polizia, che indaga sull’episodio, è intervenuta nel punto vendita intorno alle 21, dopo l’allarme lanciato dagli stessi dipendenti del supermercato. Stando al racconto dei presenti la banda ha fatto irruzione passando dalla porta principale. 

Hanno puntato le casse e le hanno svuotate. Qualche minuto dopo la banda era già pronta per fuggire con un bottino di diverse migliaia di euro. 

Sicilia, positivo al Coronavirus va a fare la spesa.

Positivo al coronavirus esce di casa e va a fare la spesa. Dimesso da poche ore dal reparto malattie infettive dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta, non rispetta l’obbligo di permanenza domiciliare imposto dalle autorità sanitarie, ed esce da casa. I poliziotti della Digos di Caltanissetta hanno denunciato un nisseno per il reato di epidemia colposa.

L’uomo, positivo al Covid-19, è stato sorpreso fuori dalla sua abitazione. Dall’ospedale era stato dimesso perché clinicamente guarito ma gli era stato intimato l’obbligo di permanenza domiciliare poiché ancora positivo al virus e quindi contagioso per gli altri. Per questo motivo, all’atto delle dimissioni, precauzionalmente era stato accompagnato a casa con un’ambulanza del 118. (Fonte Today).