Coronavirus Avellino, falso positivo dai tamponi per guasto all’apparecchio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Maggio 2020 18:53 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2020 18:58
Coronavirus tamponi falso positivi per un guasto al Moscati di Avellino

Coronavirus tamponi falso positivi per un guasto al Moscati di Avellino (Foto archivio ANSA)

AVELLINO  – Il guasto di un apparecchio per esaminare i tamponi del coronavirus che sono risultati falso positivi ha provocato il timore di un nuovo focolaio nell’ospedale Moscati di Avellino, in Irpinia.

Otto tra medici e infermieri sono risultati positivi al covid-19 lo scorso 28 aprile.

Le analisi svolte all’ospedale Cotugno di Napoli hanno confermato però che si trattava di tamponi falso positivi al coronavirus.

Nessuno degli otto tra medici e infermieri del Moscati ha contratto il coronavirus.

Per due giorni i pazienti e i dipendenti di diversi reparti dell’ospedale sono rimasti col fiato sospeso in attesa dei risultati di conferma.

Il timore principale era che un nuovo focolaio di covid-19 si fosse generato in Irpinia, una delle località più colpite dai contagi in Campania.

A causare l’errore sarebbe stata una disfunzione delle apparecchiature utilizzate per processare i tamponi.

Al momento la piattaforma del laboratorio è stata sottoposta a un intervento di manutenzione straordinaria.

La direzione generale dell’azienda ospedaliera ha provveduto a ordinare un’altra apparecchiatura.

L’obiettivo è scongiurare che possa ripetersi di queste difformità di analisi.

Intanto, i dirigenti sanitari dell’ospedale Moscati di Avellino invieranno tamponi a campione al Cotugno per valutare l’affidabilità del laboratorio.

I tamponi potranno essere sia positivi che negativi, in modo da verificare che i risultati corrispondono. (Fonte: AGI)