Coronavirus, Vittorio Sgarbi: “Non c’è nessun pericolo”. Insulti sui social

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Marzo 2020 11:56 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2020 11:56
Coronavirus, Vittorio Sgarbi: "Non c'è nessun pericolo". Insulti sui social

Coronavirus, Vittorio Sgarbi: “Non c’è nessun pericolo”. Insulti sui social

ROMA  –  “Non c’è nessun pericolo, di nessun tipo, anche voi che state a Codogno, che debba cambiare la vostra vita. Andando in giro non ti capita un c…”: Vittorio Sgarbi fa discutere. Questa volta, però, non si tratta di semplici boutade, magari volgari, ma di un invito rischioso. 

In un video postato sulla propria pagina Facebook dal titolo “Il virus del buco del ca*** Vi spiego perché”, il critico d’arte ferrarese si scaglia contro tutti: contro il presidente della Repubblica, intervenuto in un messaggio al Paese proprio per invitare alla prevenzione, contro i virologi Roberto Burioni e Fabrizio Pregliasco, rei, secondo Sgarbi, di aver chiarito i rischi da coronavirus. 

“Chi ca*** è Burioni? Chi ca*** è Pregliasco?”, sbotta Sgarbi riferendosi ai due virologi. E ancora: “Non credo a questa gente. Questo è il virus del buco del c***. Non credo al coronavirus, ci deve essere qualche cosa dietro, non possiamo cambiare la nostra vita per qualcuno a cui è venuto il raffreddore. Chi ca*** è Conte? Un consiglio di cogli*** che dice quello che devo fare io. Casalino parla del virus… Io non scherzo, spero che mi ascoltiate molto, sono zucche vuote, capre. Questo è il capravirus che ha preso il loro cervelli del ca***”, incalza scagliandosi contro il governo e le misure che ha dovuto adottare per far fronte all’emergenza”.

Come immaginabile le parole di Sgarbi hanno scatenato molte critiche. Qualcuno su Facebook ha obiettato: “Allora facciamo una cosa, lei, Sgarbi e gli altri idioti andate in un’isola lontana, vi fate aperitivi, cene , feste. Tra di voi”. E qualcun altro ha aggiunto: “Voi siete pazzi… non avete ancora capito? Siamo al collasso sanitario. Si stanno staccando respiratori a chi è più anziano per salvare chi è più giovane o meno compromesso. Sono stati ricavati il 700% in più di posti di terapia intensiva. I medici e infermieri sono tutti impegnati con turni sovrumani e non ce ne sono altri. TOGLIETE I SOCIAL A SGARBI”. (Fonte: Facebook)