Corrado Magoga si lancia col paracadute e muore schiantato a Boscomantico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 agosto 2018 9:49 | Ultimo aggiornamento: 16 agosto 2018 9:49
Corrado Magoga si lancia col paracadute e muore schiantato a Boscomantico (Verona)

Corrado Magoga si lancia col paracadute e muore schiantato a Boscomantico (foto Ansa)

VERONA – Un paracadutista, Corrado Magoga, è morto il pomeriggio di Ferragosto a Verona, schiantandosi al suolo dopo un lancio col paracadute sopra i cieli di Boscomantico, dove hanno sede un’aeroclub ed una scuola di paracadutismo [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. L’uomo, 49 anni, era residente in provincia di Verona; aveva all’attivo migliaia di lanci ed era un istruttore di paracadutismo.

La tragedia si è consumata sotto gli occhi della moglie del 48enne. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118: l’uomo è morto all’istante. Ancora da chiarire le cause della tragedia, anche se si ipotizza un problema, o una manovra non corretta in fase di atterraggio.

L’Arena pubblica la testimonianza di chi lo conosceva: “Magoga aveva all’attivo più di 5.300 lanci”, racconta sconvolto Alberto Bauchal, direttore della scuola di paracadutismo, “un paracadutista cresciuto qui, da più di vent’anni con noi, un nostro allievo e poi istruttore esperto. Ha fatto una manovra sbagliata in fase di atterraggio durante un  lancio di divertimento con amici”.