Torino, corteo anarchici contro il decreto sicurezza. Insulti a Salvini e M5s: “Assassini”

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Dicembre 2018 18:47 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2018 18:47
Corteo anarchici a Torino contro il decreto sicurezza. Insulti a Salvini e M5s: "Assassini"

Corteo anarchici a Torino contro il decreto sicurezza. Insulti a Salvini e M5s: “Assassini” (Foto Ansa)

TORINO – Insulti al vicepremier Matteo Salvini e alla Lega e urla contro Luigi Di Maio e il governo giallo-verde “che ha il colore del sangue” sono scanditi dagli anarchici in corteo a Torino contro il decreto sicurezza.

I manifestanti, oltre 150, hanno imbrattato i muri di alcune vie del centro con scritte contro il ministro dell’Interno e contro la polizia. Lanciate alcune uova di vernice contro la filiale di Intesa Sanpaolo in via Bligny. Il corteo, partito da piazza Solferino, è scortato da un imponente dispositivo di polizia e carabinieri.

Il corteo degli anarchici ha raggiunto corso Giulio Cesare tra slogan contro Salvini, Di Maio e la polizia. I manifestanti hanno gridato “assassini, assassini” all’indirizzo del governo: “Il giallo e il verde hanno il colore del sangue”, hanno gridato gli anarchici, scortati da polizia e Digos. Uova piene di vernice viola sono state lanciate anche contro le vetrate del centro commerciale Palatinum, a Porta Palazzo. Imbrattato anche il dehors della pescheria Gallina, noto ristorante di piazza della Repubblica. La manifestazione contro il decreto sicurezza si è poi sciolta.