Regionali. Cosenza, politico offre 150mila euro a parroco in cambio di voti

Pubblicato il 29 Marzo 2010 12:19 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2010 12:19

Don Tommaso Scicchitano

Cinquanta voti in cambio dello sblocco di una pratica da 150 mila euro per lavori di ristrutturazione della chiesa. E’ l’offerta che “un noto politico” ha fatto al parroco di Donnici, piccolo centro alle porte di Cosenza, don Tommaso Scicchitano.

E’ stato lo stesso sacerdote a raccontare l’episodio durante l’omelia aggiungendo di non avere accolto l’invito. “Non sono in vendita” ha detto don Scicchitano. «Abbiamo per le mani 150 mila euro, ma dobbiamo spostare cinquanta voti. E’ questa – ha raccontato il sacerdote dall’altare – la proposta che mi è stata fatta. Sono il parroco di tutta la comunità di Donnici, amo i miei fedeli dal primo all’ultimo, non ci sono distinzioni e intendo portare avanti il mandato che mi è stato assegnato dall’arcivescovo. Alcune persone che consideravo amiche si sono rivolte a me cercando di usarmi per i loro scopi. Ma mi sono opposto. I soldi per la chiesa spero di trovarli in modo lecito, senza che la comunità ne risenta». Chi sia stato a fare la proposta indecente, don Scicchitano non lo ha voluto dire.