Costa Concordia. A Corato i funerali della "sposina di Biella"

Pubblicato il 28 Gennaio 2012 20:01 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2012 21:01

CORATO (BARI) – Alcune migliaia di persone hanno voluto salutare oggi a Corato Maria D'Introno, la 30enne morta nell'affondamento della nave 'Concordia' e il cui corpo e' stato ritrovato nei giorni scorsi a poppa dell'imbarcazione. La donna, originaria di Corato, da alcuni anni risiedeva insieme al marito Vincenzo Roselli a Biella.

Alle esequie di Maria D'Introna, hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Corato, Luigi Perrone, il sindaco del centro vicino Biella dove i Maria D'Introno viveva con il marito, assessori comunali e il vice presidente del consiglio regionale pugliese, Nicola Marmo.

Alle 16 il feretro, a bordo di un carro funebre, e' arrivato sul sagrato della vicina chiesa dell'Incoronata. Il celebrante, don Gino De Palma, che conosceva Maria da quando era bambina, ha parlato di una "sposa giovane" e di una "perdita grande", e ha anche aggiunto: "oggi porteremo al cimitero solo il corpo di Maria, la sua anima invece sara'' in cielo a pregare per i suoi cari".

Alla cerimonia funebre erano presenti i genitori di Maria D'Introno e di suo marito, sposato cinque anni fa, e migliaia di persone, molte delle quali, in silenzio e con compostezza, hanno seguito i funerali sul piazzale della chiesa, colma oltre misura.