Concordia, l’Isola del Giglio chiede la messa in mora della Costa Crociere

Pubblicato il 13 settembre 2012 16:58 | Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2012 18:00

La Concordia all’Isola del Giglio (Foto Lapresse)

GROSSETO -L’Isola del Giglio ha chiesto la messa in mora della Costa Crociere dopo il naufragio della Concordia del 13 gennaio scorso.  ”Abbiamo chiesto la messa in mora di Costa Crociere”, ha annunciato l’avvocato Alessandro Lecci, legale del Comune di Isola del Giglio che si è costituito parte civile nel processo per il naufragio della Costa Concordia.

”Insieme all’ufficio legale Pavia-Ansaldo di Milano valuteremo in seguito – ha proseguito l’avvocato Lecci – la quantificazione del danno per la comunità dell’Isola del Giglio, che è immane”.