Costa Concordia: proroga risarcimenti “vergognosa” per Codacons

Pubblicato il 15 Febbraio 2012 17:43 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2012 17:45

GENOVA – ''Mettere limiti cosi' stretti ai naufraghi che hanno vissuto una tragedia e' una vera e propria vergogna''. Lo sostiene il presidente di Codacons, Carlo Rienzi, on merito alla decisione della costa di prorogare fino al 31 marzo i termini per la presentazione delle domande di risarcimento.

''I passeggeri devono essere liberi di seguire la strada che ritengono piu' adatta a far valere i propri diritti nei confronti di Costa Crociere – prosegue – consapevoli pero' del fatto che ci sono ben cinque anni di tempo per chiedere indennizzi alla societa'. In questa circostanza non deve esserci alcuna fretta, e conviene attendere l'esito delle azioni collettive avviate negli Usa, prima di firmare qualsiasi transazione''.