Concordia, i russi salvati per primi dalla nave?

Pubblicato il 23 Gennaio 2012 9:31 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2012 9:32

Costa Concordia (Lapresse)

ISOLA DEL GIGLIO (GROSSETO) – Su 4200 passeggeri circa, a bordo della Costa Concordia naufragata all’Isola del Giglio (le foto), c’erano 108 russi. Stando ai racconti dei testimoni sarebbero scesi per primi dalla nave in emergenza, prima dei bambini e forse ancora prima dei disabili.

In un’intervista a un giornale moldavo, stando a quanto scrive Repubblica, Domnica Cemortan (la bionda vista a bordo con il comandante Francesco Schettino), avrebbe detto che “i russi sono stati messi in salvo prima degli altri”

Al quotidiano Repubblica Franca Melis, ristoratrice del Giglio, racconta: “Forse per lo shock o perché non si rendevano conto di quel che stava succedendo, alcuni di loro erano preoccupati di scattare foto coi telefonini, volevano salire in tutti i modi sul faro, ma noi dovevamo liberare i piazzali per fare approdare le scialuppe. Ne arrivavano a decine, così due o tre di loro hanno tirato fuori delle banconote, ci volevano pagare per lasciarli fare”.

Del caso per accaparrarsi le scialuppe il vicesindaco del Giglio Mario Pellegrini dice: “Ho girato venti minuti, non ho trovato nessun ufficiale. All’inizio le cose sembravano ordinate, ma il secondo scossone che ha piegato la Concordia ha scatenato il panico, nessuno si ricordava di donne e bambini, c’era una corsa incontrollata alla scialuppa”.