Costa Concordia, trovati altri resti. Ora test Dna

Pubblicato il 2 ottobre 2013 15:23 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2013 15:25
Costa Concordia, trovati altri resti. Franco Gabrielli: "Ora test Dna"

Il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli (Foto Lapresse)

GROSSETO – I resti trovati alcuni giorni fa nella ricerca dei dispersi della Costa Concordia non sono gli unici: ce ne sono altri sui quali saranno condotti gli esami del Dna. Lo ha annunciato Franco Gabrielli a margine del Festival della protezione civile provinciale in corso a Montignoso (Massa Carrara).

Sui primi resti “stiamo aspettando gli esiti delle analisi scientifiche – ha spiegato Gabrielli – Tra l’altro ne sono stati trovati altri che sono all’esame del Dna. Al di là delle facili anticipazioni dobbiamo aspettare i risultati che ci daranno conferma o meno dell’appartenenza dei resti ai dispersi”.

Il capo della Protezione civile ha poi invitato tutti alla cautela per non riaccendere vane speranze tra i familiari delle vittime disperse. “Nei prossimi giorni  – ha spiegato – termineremo l’ispezione dei fondali e inizieremo quella degli interni. Sono luoghi complicati”.