Costa di Mezzate, vasto incendio all’azienda di trasporti. Il Comune: “Tenete le finestre chiuse”

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Agosto 2020 13:07 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2020 13:07
Costa di Mezzate, vasto incendio all'azienda trasporti. Il Comune: "Tenete finestre chiuse"

Costa di Mezzate, vasto incendio all’azienda di trasporti. Il Comune: “Tenete le finestre chiuse”

Spaventoso incendio nella notte a Costa di Mezzate. Distrutta l’azienda di trasporti. 

Il vasto incendio è scoppiato intorno all’una di notte. Completamente avvolta dalle fiamme e praticamente distrutta la ditta di trasporti di Costa di Mezzate, in provincia di Bergamo.

Occupati nelle operazioni di spegnimento, fin dalla notte, ci sono 19 mezzi dei vigili del fuoco, aiutati dai volontari della protezione civile.

Un’imponente colonna di fumo, dall’alba di sabato 1 agosto, sovrasta l’abitato e la zona industriale dove risiede l’azienda Saul, attiva da 40 anni che un anno fa si era trasferita a Costa di Mezzate.

Il Comune, in un post su Facebook, ha invitato tutti i cittadini a “tenere chiuse le finestre” in via precauzionale.

Sempre l’amministrazione comunale fa sapere che Arpa e Ats stanno facendo i rilievi sull’aria di loro competenza.

Non sono ancora chiare le cause dell’incendio. Tra le ipotesi al vaglio dei carabinieri, un cortocircuito o un fenomeno di autocombustione dovuto al caldo intenso di questi giorni.

Ingentissimi i danni alla struttura, che risulta praticamente distrutta.

Colonna di fumo sovrasta anche i comuni limitrofi

La spaventosa nube di fumo si è alzata dopo l’incendio, iniziando a lambire anche altri comuni della zona. Ecco perché i sindaci dell’area stanno invitando i cittadini a tenere in via precauzionale le finestre chiuse e non uscire.

I Comuni limitrofi interessati sono quelli di Bagnatica a Montello, Calcinate ma anche la Valle del Lujo. Si teme anche per l’impatto ambientale dell’incendio per la grande quantità di fumo sprigionata.

Al momento non ci sono feriti ma una palazzina abitata da alcune famiglie di origine straniera è stata sgomberata in via precauzionale. Le ditte vicine hanno sospeso tutte le attività. (Fonte: Adnkronos).