Coverciano, anziana chiama il 113: “Ho fame”. I poliziotti arrivano e le preparano la cena

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2020 15:57 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2020 15:57
Coverciano, anziana chiama il 113: “Ho fame”. I poliziotti arrivano e le preparano la cena

Coverciano, anziana chiama il 113: “Ho fame”. I poliziotti arrivano e le preparano la cena continua su: https://www.fanpage.it/attualita/firenze-pensionata-chiama-il-113-ho-fame-i-poliziotti-arrivano-e-le-preparano-la-cena/ https://www.fanpage.it/

FIRENZE – Sabato sera a Firenze, all’ora di cena, una donna di 87 anni ha chiamato il 113 spiegando che non ce la faceva ad alzarsi e cucinare visto che era malata e allettata. 

L’anziana signora ha spiegato alla Polizia che la badante non si era presentata al lavoro e lei aveva avvertito il figlio di non venire a trovarla.

“Sono stanca e ho fame ma non riesco a cucinare perché ho male al braccio” ha detto l’87enne.

Una volante è stata mandata subito a Coverciano per verificare la situazione: gli agenti hanno provato a suonare il campanello ma nessuno rispondeva.

Solo grazie ad un vicino gli agenti sono riusciti ad entrare in casa dell’anziana e hanno trovato la donna in camera da letto.

I due poliziotti le hanno preparato dei ravioli al pomodoro, hanno apparecchiato e hanno permesso che la signora consumasse la sua cena.

La donna, come racconta la Nazione, ha raccontato che tutto sarebbe iniziato quando la badante scelta dal figlio non si è presentata per accudirla.

Inizialmente forse credeva di potercela fare da sola e al figlio ha detto di non preoccuparsi e di risparmiare i soldi per andare a trovarla.

Verso sera però ha capito di non riuscire a farcela e con la fame ha deciso di rivolgersi al 113. (fonte LA NAZIONE)