Covid, donna di 70 anni muore in ospedale a Palermo: parenti tentano di sfondare la porta con una panchina

di Antonella del Sordo
Pubblicato il 10 Novembre 2020 - 16:56| Aggiornato il 26 Aprile 2021 OLTRE 6 MESI FA
palermo donna muore parenti

Covid, donna di 70 anni muore in ospedale a Palermo: parenti tentano di sfondare la porta con una panchina (foto ANSA)

Gesti che non si devono e non si possono giustificare. E che, evidentemente, non giustifichiamo. Però c’è da tentare di comprendere la reazione compulsiva di questi familiari, sicuramente esasperati dalle barriere cui questa pandemia ha costretto tutti noi. Barriere che, negli ospedali, sono diventate carceri.

La morte andrebbe accolta con dignità e con rispetto.  Ma il Covid, quella dignità e quel rispetto la sta togliendo a tutti. La toglie a chi muore da solo in ospedale, senza il calore della sua famiglia. La toglie al parente, cui è negato di assistere il proprio caro prima di morire e di accompagnarlo con l’amore mentre lascia questa vita terrena.

Una donna di 70 anni muore all’ospedale Civico e i parenti cercano di sfondare con una panchina la porta del reparto inveendo contro medici e infermieri.

Una donna di 70 anni, con un quadro clinico delicato e affetta da Covid, è morta all’ospedale Civico di Palermo. E così, in preda alla disperazione, i parenti hanno tentato di sfondare con una panchina la porta del reparto di “Medicina 2” all’edificio 4, inveendo contro i sanitari. L’aggressione è avvenuta nella notte tra venerdì e sabato.

La polizia è intervenuta due volte su segnalazione del personale, assediato in corsia.

Il primo intervento delle volanti ha riportato la calma, ma qualche ora dopo i parenti della donna morta di Covid al Civico di Palermo sono tornanti suonando insistentemente il campanello del citofono. La porta è rimasta chiusa e un gruppo di uomini e donne ha cercato di sfondarla con una panchina, usata come ariete, che ha provocato danni. Gli agenti hanno avviato le indagini e ascoltato il racconto alcuni testimoni. (fonte ANSA)

Ennesima aggressione in un ospedale a Palermo

Solo una settimana fa si era consumata un’altra doppia aggressione in ambito sanitario. Una donna e un uomo sono stati denunciati per atti di aggressione all’ospedale Policlinico di Palermo. La donna ha aggredito un’infermiera.

Nella notte fra il 2 e il 3 novembre un uomo ha danneggiato la porta d’ingresso del triage. In tutte e due casi sono intervenuti i carabinieri che hanno identificato l’uomo e la donna e li hanno denunciati. (fonti ANSA, BLOG SICILIA)