Covid, il bollettino del 5 luglio: 132.274 nuovi casi, altri 94 morti, crescono i ricoveri

Superata quota centomila per la prima volta dall'8 febbraio scorso. Tasso di positività dal 27,9% al 28,5%.

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Luglio 2022 - 17:39
covid bollettino oggi 5 luglio

Covid, il bollettino del 5 luglio: 132.274 nuovi casi, altri 94 morti, crescono i ricoveri (foto ANSA)

Sono 132.274 i nuovi casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del bollettino di oggi, 5 luglio, del Ministero della Salute. Ieri i contagiati erano stati 36.282. Le vittime sono invece 94, 35 in più rispetto alle 59 di ieri. Non si superava quota 100mila casi dallo scorso febbraio, precisamente l’8.

Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici e molecolari, 464.732 tamponi con il tasso di positività che si attesta al 28,4%, stabile rispetto al 27,9% di ieri. Sono 323 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 20 in più rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri sono 53. I ricoverati nei reparti ordinari sono 8.003, 355 in più di ieri. 

Gli altri numeri del bollettino di oggi 5 luglio

Gli italiani positivi sono attualmente 1.087.272, in continua crescita negli ultimi giorni. Lo evidenziano i dati del ministero della Salute. In totale sono 18.938.771 i contagiati dall’inizio della pandemia, mentre i morti salgono a 168.698. I dimessi e i guariti sono 17.682.801, con un incremento di 64.828. Le Regioni con il più alto numero di nuovi casi sono la Campania (18.633) e il Lazio (13.555).

Speranza: in autunno allargheremo età richiamo vaccino 

“Ci prepariamo a una campagna vaccinale in autunno in cui allargheremo l’età per il richiamo” del vaccino anti Covid. Lo ha detto il ministro della salute Roberto Speranza, intervenendo al convengo organizzato dalla Fiaso per i 30 anni dalla legge che ha introdotto le aziende sanitarie. In questo contesto il ministro ha aggiunto un appello ai direttori sanitari a fare il possibile per migliorare, già ora, “la copertura della quarta dose di vaccino ai fragili e agli anziani”.

Sileri: a metà luglio prevista discesa curva ma nessuna nuova stretta

La discesa della curva di questa ondata pandemica “comincerà tra un paio di settimane. Il famoso plateau ci sarà a metà luglio, poi cominceranno a calare i casi”. E’ la previsione del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, secondo il quale, “al momento non ci sono in previsione nuove strette” per il contenimento dei contagi. “Guardiamo con ottimismo alla possibilità di un vaccino aggiornato in autunno, aspettiamo la fine di questa ondata. Vederemo il picco in due settimane e poi, ripeto, una discesa, così come è avvenuto altri Paesi europei”.