Crack Amia. Tribunale di Palermo si riserva la decisione sul fallimento

Pubblicato il 22 Giugno 2012 14:07 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2012 14:50

PALERMO – Il tribunale fallimentare di Palermo si e' riservato di decidere sulle sorti dell'Amia, l'ex municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti, sommersa dai debiti e in amministrazione straordinaria da circa due anni.

La Procura di Palermo ne chiese il fallimento, i giudici nominarono invece tre commissari che avrebbero dovuto risanare l'azienda e scongiurare il crack. Ora il Comune ha presentato una proposta per tornare alla gestione ordinaria visto che sotto la guida dei commissari si sarebbero accumulati altri 16 milioni di debiti. Il tribunale decidera' nei prossimi giorni.