Cronaca Italia

Crema, cittadinanza a Mussolini, chiesta la revoca

mussolini-crema

Crema, cittadinanza a Mussolini, chiesta la revoca

CREMONA – “Non eravamo al corrente dell’esistenza di una delibera del 1924 con la quale l’allora consiglio comunale ha eletto a cittadino onorario Benito Mussolini. Ora però che lo sappiamo, non possiamo fare finta di nulla”. L’ha detto oggi il sindaco di Crema (Cremona), Stefania Bonaldi, a proposito dell’ordine del giorno presentato da Rifondazione comunista, presente in maggioranza, con il quale si chiede la revoca di quella delibera.

“Su Mussolini e il fascismo la storia ha già espresso il suo inappellabile giudizio, non è a questo compito che possiamo sentirci chiamati – aggiunge Bonaldi – Noi, prima ancora da cittadini di una democrazia consapevole che in qualità di amministratori, siamo chiamati ad esercitare nella maniera corretta la memoria (…). Per questo motivo personalmente credo che il giudizio della storia ci chiami ora alla approvazione dei ‘decreti attuativi’, revocando di conseguenza quella onorificenza. Ciò detto, la competenza resta del consiglio comunale e sarà in tale sede democratica che, insieme a tutti i rappresentanti eletti, formalizzerò la mia posizione, secondo quanto ho espresso e secondo ciò che la mia coscienza e la mia cultura democratica mi suggeriscono”.

To Top