Cremona: baby gang organizzava risse in strada e pubblicava il video sui social, sette arresti

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Luglio 2019 16:53 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2019 8:58

CREMONA – Organizzavano risse per divertirsi e sfuggire alla noia. A Cremona i Carabinieri del reparto operativo hanno sgominato una baby gang composta di quelli che gli inquirenti hanno definito come «bulli social». Si tratta di un gruppo di trenta giovani, tutti con età compresa tra i 15 e i 18 anni, che per mesi hanno preso di mira altri giovanissimi in decine di risse.

Secondo quanto ricostruito la banda provocava le vittime aspettando la reazione e quindi scattava la vendetta con il gruppo che picchiava a calci e pugni il malcapitato. Comportamenti sempre più cruenti tanto da richiamare l’efferatezza delle gang latine. I Carabinieri della Compagnia di Cremona, dopo avere raccolto alcune segnalazioni di professori, presidi e genitori preoccupati, hanno quindi individuato i ragazzi ritenuti responsabili anche di rapina e tentata estorsione. In 7 sono stati arrestati: in 4 sono finiti in carcere mentre a 3 sono stati concessi i domiciliari. Non solo. Sono anche scattate 18 denunce in stato di libertà per atti persecutori, spaccio di sostanze stupefacenti, danneggiamento e risse.

L’operazione ha portato alla luce l’attività della baby gang identificando 25 giovani studenti cremonesi di 15, 16, 17 e 18 anni. Gli aggressori riprendevano le vittime e poi pubblicavano le immagini su una pagina di “Instagram” denominata “Cremona.Dissing” alla quale era collegato un link all’applicazione “ThisCrush”, la quale permetteva di partecipare a una chat esclusivamente accessibile ai gestori della pagina e a coloro che la seguivano. Non contenti i video delle risse che avvenivano per strada o nelle piazze di Cremona venivano diffusi su più canali social. 

Fonte: Agi