Cremona, sparita la donna che “assoldò il killer per uccidere l’ex”

Pubblicato il 28 Novembre 2011 9:44 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2011 9:52

CREMONA, 27 NOV – Sembra scomparsa la donna di 39 anni di Crema (Cremona) che aveva cercato di assoldare un killer per uccidere il marito dal quale viveva separata. L’indiscrezione, riportata dall’Ansa, è trapelata dagli investigatori.

E’ probabile che la donna, dopo il clamore suscitato in questi giorni dalla notizia, abbia deciso di allontanarsi dalla città: sul suo capo della donna pende una denuncia per tentato omicidio. Il progetto della casalinga di liberarsi dell’ex marito è fallito.

L’uomo, un professionista quarantenne che ha un studio a Milano, venuto a conoscenza di quanto l’ex moglie voleva mettere in atto, ha raccontato tutto agli ispettori della polizia di Stato, che hanno predisposto per lei una trappola.

Alla donna è stato fatto credere che c’era effettivamente un killer a disposizione, con il quale ha preso contatto. L’ex moglie aveva già pianificato il tutto: l’assassinio doveva essere commesso nel contesto di una rapina. L’incontro per la consegna dell’acconto al finto killer è avvenuto nei pressi di una bar cittadino, filmato dalla polizia.

La donna credeva di avere pagato un vero killer e nell’interrogatorio al commissariato avvenuto dopo la messinscena ha confessato agli inquirenti il piano che aveva architettato. La donna non è stata arrestata perché, trattandosi di un finto killer, si è dovuto valutare l’ipotesi di reato.