Cremona, uccide la figlia di 2 anni e tenta suicidio: era sconvolto dalla separazione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2019 10:34 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2019 14:22
Cremona, Jacob Danho Koauo uccide figlia Gloria e tenta suicidio

Cremona, uccide la figlia di 2 anni e tenta suicidio: era sconvolto dalla separazione

CREMONA – Ha accoltellato la figlia di 2 anni più volte, massacrandola nella casa nel centro di Cremona. Poi ha afferrato il coltello e si è colpito più volte al ventre, cercando di togliersi la vita.

Jacob Danho Koauo, operaio di 27 anni della Costa d’Avorio, è ricoverato in gravi condizioni in ospedale e piantonato dai militari con l’accusa di omicidio della figlioletta Gloria. A muovere la mano dell’uomo lo sconvolgimento per la separazione dalla moglie.

Quando i soccorritori del 118 sono arrivati nella casa di Cremona, allertati dalla padrona di casa a cui l’ivoriano aveva chiesto aiuto, si sono trovati davanti una scena drammatica e devastante. La piccola era riversa in un lago di sangue, colpita più e più volte. Il papà era disteso in terra, con una coltellata al ventre e altre meno gravi per il tentato suicidio.

5 x 1000

Dalle prime indagini, è emerso che l’uomo era sconvolto da quando la moglie, anche lei ivoriana, gli aveva chiesto la separazione e aveva avviato le carte. Questo il motivo della furia del papà contro la sua bimba e contro sé stesso. Sembra che la donna, 34 anni, viva ora in una casa protetta in quanto il rapporto tra i due era burrascoso ma non risultano condanne o provvedimenti a carico dell’uomo. Resta da capire per quale ragione la bambina fosse col padre.

Un vicino ha riferito di aver sentito dei pianti nel pomeriggio, ma nessuno, nella corte, salvo la proprietaria, conosceva l’uomo che ora è piantonato in ospedale dai carabinieri, in attesa si poter essere interrogato dal pm di Cremona. (Fonte ANSA)