Cristina Magrini muore dopo 38 anni di coma. Fu investita sotto casa nel 1981

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 11 aprile 2019 9:37 | Ultimo aggiornamento: 11 aprile 2019 9:37
Cristina Magrini muore a Bologna dopo 38 anni di coma. Fu investita sotto casa nel 1981

Cristina Magrini muore dopo 38 anni di coma. Fu investita sotto casa nel 1981 (foto Ansa)

ROMA – E’ morta Cristina Magrini, la donna che per 38 anni ha vissuto in coma. Cristina, morta a 53 anni, era dal 1981 in uno stato di minima coscienza. E’ deceduta all’ospedale Maggiore di Bologna, dov’era ricoverata da alcuni giorni.

La triste storia di Cristina e di suo padre Romano, che si è sempre battuto per il diritto all’assistenza, anche grazie al sostegno dell’associazione che porta il nome della figlia (Insieme per Cristina onlus), era cominciata il 18 novembre del 1981, quando l’allora 15enne venne investita sotto casa, a Bologna, finendo in coma vigile.

Nel 2011 il sindaco Virginio Merola diede alla donna la cittadinanza onoraria e l’anno seguente, insieme al padre, venne ospitata nella Casa di accoglienza per famiglie con persone in stato vegetativo: una struttura mononucleare aperta negli spazi di Villa Pallavicini. Anche il vescovo di Bologna, monsignor Matteo Maria Zuppi, rimase molto toccato dalla vicenda della famiglia Magrini e ogni anno in occasione del compleanno della donna si è recato a farle visita. Sulla sua storia è stato scritto un libro dal titolo: “Se si risvegliasse domani?”.

“Voglio ringraziare tutti i medici dell’ospedale Maggiore per le cure che hanno dato a mia figlia”, ha fatto sapere il padre della donna. I funerali si svolgeranno sabato 13 aprile nella struttura di Villa Pallavicini. (fonte Ansa).