Crocifissa nuda a Firenze: assassino ha voluto una morte lenta. Ipotesi maniaco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Maggio 2014 17:27 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2014 17:35
Crocifissa nuda a Firenze: assassino ha voluto una morte lenta. Ipotesi maniaco

Crocifissa nuda a Firenze: Il luogo del ritrovamento (foto Ansa)

FIRENZE – L’assassino della donna trovata crocifissa a Firenze ha voluto una morte lenta per la sua vittima. Lo hanno spiegato gli investigatori, che stanno seguendo la pista del maniaco.

Non è escluso che la donna sia stata legata e seviziata sessualmente e che poi sia stata abbandonata in quelle condizioni e che sia morta successivamente da sola.

A questa conclusione gli investigatori sono giunti vedendo le ecchimosi sulle braccia all’altezza dello scotch che la teneva legata, che testimonierebbero una ricerca disperata di liberarsi.

Che possa trattarsi di un maniaco gli investigatori lo deducono anche dalle condizioni in cui è stata trovata la vittima. Le procedure di identificazione devono ancora concludersi ma al momento la vittima risulterebbe essere una romena di 26 anni. La donna è stata trovata nuda, indossava soltanto un paio di scarpe da tennis e dei calzini. Sarebbe morta intorno a mezzanotte.

Secondo gli investigatori sono tante le analogie con l’episodio avvenuto un anno fa, quando un’altra prostituta fu trovata legata nello stesso posto. In quel caso però non la donna non morì.

Video del Tirreno girato sul luogo del ritrovamento